Sporcizia a Roma: arrivano le magliette gialle!

A Roma lo scorso 14 maggio parchi, strade e piazze della città sono state pacificamente invase dalle “magliette gialle” del Partito Democratico di Roma per un’iniziativa lanciata dal segretario PD Matteo Renzi volta a combattere il degrado, l’incuria e la sporcizia nei quartieri capitolini, a seguito del caos rifiuti su cui si è molto polemizzato nelle ultime settimane.

Ad armarsi di pale, rastrelli e ramazze sono stati membri del PD romano, semplici attivisti ma anche consiglieri municipali, comunali e addirittura un membro del governo Gentiloni, ossia il ministro Madia. Ad unirsi a questa iniziativa – che alcuni hanno paragonato alle azioni intraprese da “Retake” Roma contro il degrado urbano – anche molte associazioni di cittadini.

Sono state localizzate 42 aree più critiche all’interno dei 25 municipi di Roma: tra queste Castel Sant’Angelo, Piazza dei Navigatori, Piazza Bologna e diversi parchi ed aree giochi presenti in ogni quartiere.

Centoventuno.it ha deciso di seguire le operazioni di pulizia organizzate al Municipio V, presso quello che può essere definito uno dei centri nevralgici del quartiere di Centocelle e dell’intera municipalità, quale è Piazza dei Gerani: importante punto di passaggio per molti mezzi pubblici che portano verso il centro, ad oggi versa in condizioni non ideali data la permanenza di molti senzatetto nelle ore notturne e lo stato di trascuratezza in cui si trova l’area con le panchine e il piccolo giardino.

In tanti hanno risposto all’appello lanciato dal PD romano anche in questa parte periferica di Roma: alle dieci di mattina erano numerose le magliette gialle a pulire da rifiuti ed erbacce. Ma non erano le sole: c’erano anche altrettanti attivisti del Movimento 5 Stelle che hanno deciso di dare il loro contributo per mantenere pulita la piazza.

Senso civico, appartenenza al territorio: queste le motivazioni principali delle “magliette gialle” presenti a Centocelle. Sintetizza bene tutto ciò David Di Cosmo, uno dei volontari: “Questa iniziativa è tesa a sensibilizzare ognuno di noi affinché ogni metro quadrato del nostro territorio sia preservato e sentito come nostro, in quanto negli anni si è un po’ persa questa sensibilità. Trovo quindi giusto che attraverso questa iniziativa si faccia capire a tutti i cittadini che devono riappropriarsi di questi spazi, dando una mano quando c’è bisogno!”.

Nonostante il duro confronto di queste ultime settimane sull’emergenza rifiuti che si è abbattuta su Roma tra il Movimento 5 Stelle e la Giunta Zingaretti, l’iniziativa non ha intenti polemici secondo il capogruppo PD del Municipio V Alessandro Rosi, presente anche lui a Piazza dei Gerani: “Noi ci mettiamo semplicemente a pulire un posto che comunque viviamo noi, è del nostro Municipio. Ad oggi l’Amministrazione non ci ha ancora pensato, se e quando ritiene di voler iniziare bene, altrimenti comunque noi qui ci viviamo tutti i giorni e abbiamo a cuore ugualmente questo luogo. Poi il risultato elettorale è stato netto a favore del Sindaco, quindi noi ci auguriamo che inizi a farlo. Poi se non inizia a farlo, ci pensiamo noi”.

Il senso di appartenenza al proprio municipio ha portato a Centocelle anche la capogruppo PD al Campidoglio Michela Di Biase, altra “maglietta gialla” al lavoro proprio nel “suo” Municipio: “Innanzitutto mi sento come una che si prende cura di casa propria, perché questi sono i miei quartieri, per me è fondamentale esserci insieme agli altri volontari che stamattina si sono presentati qui a Piazza dei Gerani. Questa è una zona che non è mai stata degradata fino a questo punto. Quest’amministrazione ha delle grossissime responsabilità per come si sta svolgendo tutta la vicenda legata ad AMA, per quelli che sono i silenzi relativi ad essa. Io penso che quando il Sindaco Raggi prenderà una posizione rispetto ad AMA sarà anche troppo tardi! Nel frattempo noi abbiamo aderito con convinzione all’iniziativa lanciata da Matteo Renzi e la città ce la puliamo da soli, visto che non ne possiamo più di spot, di chiacchiere, di post su Facebook, che però non danno nulla ai cittadini romani.

Sul fatto che si siano presentati anche gli attivisti del Movimento 5 Stelle a pulire Piazza dei Gerani, spiega la capogruppo PD, ciò dimostra che “questo è il segno tangibile che Roma è sporca davvero: fino a qualche mese fa non sarebbe stato pensabile che il M5S aderisse ad un’iniziativa lanciata dal Partito Democratico, proprio in questa giornata, proprio in questa piazza! Quindi per noi è un bel segnale, purché Roma sia pulita lavoriamo anche così!”.

Riguardo a future iniziative da parte delle magliette gialle del PD, la consigliera Di Biase promette: “Naturalmente le magliette gialle non si fermano! Ci rivedrete all’opera!!”.