Parigi: parte il programma UE pro vax

L’obiettivo dell’iniziativa è quello di promuovere un’azione comune europea contro tutte le malattie che possono essere prevenute attraverso l’utilizzo dei vaccini, contrastando la crescente sfiducia per la pratica vaccinale nel vecchio continente.

A Parigi è stata appena lanciata la European Joint Action on Vaccination (EU-JAV), conferenza coordinata dall’Istituto nazionale francese per la salute e la ricerca medica (Inserm) alla quale hanno partecipato 17 Paesi Ue tra cui l’Italia, oltre 20 università, organismi internazionali come l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) e l’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE), associazioni di cittadini e imprese.

Il programma, al quale hanno aderito 21 Paesi membri, avrà durata triennale con il coordinamento della Francia. Tutte le iniziative relative al piano EU – JAV saranno finanziate dal programma UE per la salute denominato Health 2014-2020, che definisce la strategia per assicurare buone condizioni di salute e l’assistenza sanitaria. Health  può contare su 5,8 milioni di euro di fondi, di cui 3,5 milioni provenienti dal bilancio dell’Unione europea.

Tra gli obiettivi del programma, la condivisione dei dati riguardanti la copertura vaccinale tra i Paesi membri, l’adozione di metodologie comuni di valutazione su efficacia e sicurezza dei vaccini e la creazione di un database in continuo aggiornamento per gestire le scorte vaccinali e prevenire eventuali carenze nelle scorte per i Paesi.