Popolazioni colpite dal sisma, prorogato stop al pagamento di utenze e tributi

Arriva il via libera della Camera alla conversione in legge del decreto che proroga il versamento dei contributi previdenziali e assistenziali e sospende il pagamento del canone RAI e delle utenze per le popolazioni colpite dal Sisma Centro Italia.

Sisma Centro Italia – nuovi fondi per ricostruzione opere pubbliche

La Camera dei Deputati ha approvato in via definitiva il disegno di legge di conversione del dl 55/2018, che proroga misure di sostegno alle popolazioni delle Regioni Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria colpite dal terremoto del 24 agosto 2016 e dalle successive scosse sismiche.

Il decreto legge, lincenziato a fine maggio dal Consiglio dei Ministri, dispone che la ripresa della riscossione dei tributi sospesi a favore di soggetti diversi dai titolari di reddito di impresa, di lavoro autonomo e degli esercenti attività agricole decorra dal 16 gennaio 2019, invece che dal 31 maggio 2018, con la contestuale rateizzazione del versamento delle somme oggetto di sospensione in 60 rate mensili di pari importo, invece delle 24 attualmente previste.

Terremoto – contributi alle imprese per la sicurezza dei lavoratori

Il testo proroga, inoltre, la sospensione del versamento dei contributi previdenziali e assistenziali e dei premi di assicurazione, facendo slittare la data di inizio del rimborso da maggio 2018 a gennaio 2019 e prevedendo, inoltre, la possibilità di estendere il periodo di rateizzazione da 24, come attualmente previsto, a 60 mesi.

Il provvedimento prevede, poi:

  • la proroga al 1° gennaio 2019 dei termini per la notifica delle cartelle di pagamento e per la riscossione delle somme risultanti dagli atti emessi dall’Agenzia delle entrate e dall’INPS,
  • la sospensione del pagamento del canone RAI fino al 31 dicembre 2020 e la ripresa della riscossione senza applicazione di sanzioni e interessi dal 1° gennaio 2021;
  • lo slittamento al 1° gennaio 2019 della sospensione dei pagamenti delle fatture relative alle utenze per i soggetti danneggiati.

Consulta il testo del decreto-legge in Gazzetta Ufficiale

Fonte, fasi.biz