Mobilità green, alla Regione Lazio oltre 6 milioni

Approda in Gazzetta ufficiale l’accordo di programma per la realizzazione della rete infrastrutturale per la ricarica dei veicoli alimentati ad energia elettrica. A disposizione, oltre 72 milioni di euro.

Smart Road – osservatorio per auto connesse e guida autonoma

Un passo avanti verso l’implementazione delle infrastrutture di ricarica per le auto elettriche.

E’ stato pubblicato il 20 giugno in Gazzetta ufficiale l’accordo di programma previsto dal Piano nazionale per la ricarica dei veicoli alimentati ad energia elettrica (di cui alla delibera CIPE del 10 luglio 2017), approvato con decreto del Presidente del Consiglio dei ministri del 1 febbraio 2018.

Mobilita’ sostenibile – i finanziamenti a disposizione

Cosa prevede l’accordo

L’accordo di programma individua i programmi d’intervento per realizzare reti di ricarica pubbliche e private diffuse sul territorio nazionale.

Sono ammessi a finanziamento:

  • la redazione del programma della mobilità elettrica,
  • la progettazione dei siti di ricarica,
  • l’acquisto e l’installazione degli impianti (comprensivo delle opere necessarie alla messa in opera),
  • la campagna di comunicazione mirata all’informazione all’utenza per quanto riguarda il servizio offerto.

L’attuazione dell’accordo si realizza attraverso la stipula di apposite convenzioni tra il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti (MIT) e la singola Regione/Provincia Autonoma, che dovranno disciplinare le modalità di rendicontazione dei costi e delle attività in ragione di quanto specificato dall’accordo di programma e quanto disposto dal Piano Nazionale Infrastrutturale per la Ricarica dei Veicoli alimentati ad energia elettrica.

Auto elettriche: nasce l’alleanza italiana Motus-E

Gli interventi previsti

72.034.424 euro: a tanto ammonta l’importo complessivo dei piani d’intervento previsto dall’accordo di programma. Risorse che includono i fondi stanziati dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e la copertura assicurata dalle Regioni/Province autonome anche attraverso uno o più soggetti cofinanziatori pubblici e/o privati.

La quota di cofinanziamento legata dell’intero intervento deve essere:

  • uguale o minore al 35% del valore del progetto per le azioni legate allo sviluppo di impianti che utilizzano una ricarica di tipo lenta/accelerata (gli impianti di ricarica devono garantire che almeno una presa garantisca l’erogazione di una potenza di 22 kW ovvero che l’unica presa garantisca l’erogazione di una potenza di 22 kW);
  • uguale o minore al 50% del valore del progetto per le azioni legate allo sviluppo di impianti che utilizzano una ricarica di tipo veloce o per la ricarica domestica.

Questi gli interventi previsti dall’accordo di programma:

  • Basilicata Smart Charging: 518.571 euro
  • Interventi di pianificazione, progettazione, acquisizione ed installazione di impianti dedicati alla ricarica di veicoli alimentati ad energia elettrica (Calabria): 2.162.886 euro
  • Piano Regionale per la Mobilità elettricA in Campania (Campania – PRIMA): 7.682.863,38 euro
  • Mi Muovo Elettrico PNIR-ER (Emilia-Romagna): 4.100.141,66 euro
  • Progetto di sviluppo regionale della Mobilità elettrica (Friuli-Venezia Giulia): 1.078.055,16 euro
  • Regione Lazio: quadro delle esigenze: 6.832.400 euro
  • Programma ricarica veicoli elettrici in Liguria: 1.856.215,02 euro
  • Progetto regionale integrato di infrastrutturazione elettrica in Lombardia in attuazione del PNire Lombardia: 14.433.042,06 euro
  • La Mobilità Elettrica nella Regione Marche – Programma di sviluppo della rete di ricarica nel territorio marchigiano: 1.390.378,78 euro
  • Rete regionale ricariche elettriche Regione Piemonte: 8.896.131,65 euro
  • La rete di ricarica per i veicoli elettrici della Regione Puglia: 3.275.298,14 euro
  • Progetto Aria nuova in Città (Sardegna): 3.570.500,01 euro
  • Sicilia Smart Charging: 6.200.391 euro
  • Programma mobilità elettrica – Rete di ricarica Toscana: 3.751.501,61 euro
  • L’Umbria si Ricarica: 822.175,02 euro
  • Progetto MIT-VDA 2 (Valle d’Aosta) 219.589,10 euro
  • Programma di sviluppo della rete di ricarica elettrica nella regione del Veneto: 4.524.012,42 euro
  • Programma mobilità elettrica – Rete di ricarica Prov. Trento: 385.000 euro
  • Programma mobilità elettrica – Rete di ricarica Prov. Bolzano: 515.290,76 euro.

Accordo di programma per la realizzazione della rete infrastrutturale per la ricarica dei veicoli alimentati ad energia elettrica

Fonte, Fasibiz