Regione Lazio, i nuovi tagli ai vitalizi finanziano l’abbattimento delle liste d’attesa

L’Ufficio di presidenza della Regione con il Presidente Daniele Leodori in testa, presenta un subemendamento al bilancio in discussione in questi giorni e taglia i vitalizi dei politici eletti alla Pisana fino alla IX legislatura. Con il risparmio stimato (circa 11 milioni di euro) sarà subito finanziato un fondo speciale finalizzato all’abbattimento delle liste di attesa nella sanità regionale.
Continua la politica di abbattimento dei costi operata dal Consiglio regionale del Lazio che, dopo aver iniziato con i tagli operati durante la passata legislatura, torna ad occuparsi dei vitalizi sforbiciandoli in modo ancora più deciso. La scure abbattutasi sulle pensioni degli ex consiglieri regionali permetterà inoltre di finanziare il neonato “fondo per l’abbattimento delle liste e dei tempi di attesa nella sanità”; una novità assoluta nella storia della Regione Lazio.
A dare ancora maggior peso politico al provvedimento il fatto che sia stato firmato dai rappresentanti di TUTTI i partiti presenti in Consiglio. Insieme al Presidente Leodori hanno firmato infatti Palozzi (Forza Italia), Di Biase (Pd), Quadrana (Lista civica Zingaretti), Giannini (Lega) e Porrello (M5S).
Una proposta mirata e a prova di ricorsi che, appena votata in Aula, diventerà operativa dal prossimo 1 luglio. I tagli saranno parametrati rispetto alla somma percepita dall’ex consigliere e andranno dall’8 al 17% per gli assegni più “pesanti”. E’ previsto inoltre per coloro che percepiscono altra indennità dovuta ad incarichi ricoperti presso la Camera dei Deputati, il Senato della Repubblica, il Parlamento Europeo o un altro Consiglio Regionale un ulteriore taglio del 40% che scatterà in automatico.