WiFi gratuito in tutti i Comuni, aperte le iscrizioni per i finanziamenti

Dopo il roaming gratuito arriva anche il wi-fi gratuito: con WiFi4EU la Commissione europea lancia l’internet gratis nei Comuni dell’Unione.

Un’opportunità per i Comuni

Le città europee potranno contare fino al 2020 su un finanziamento di 120 milioni per installare hotspot che forniscano l’accesso a internet senza costi per i cittadini.

Come partecipare

Sul portale web WiFi4EU i comuni di tutta Europa potranno registrarsi per partecipare al primo bando per i progetti, aperto a metà maggio.

Cosa offre l’iniziativa

Questa prima scadenza offrirà l’opportunità a un primo lotto di 1.000 sul totale di 8.000 amministrazioni locali che beneficeranno di questo primo finanziamento, sulla base del “primo arrivato primo servito”.

Il programma offre “buoni” del valore di 15.000 euro per le municipalità per l’installazione di hotspot Wi-Fi in spazi pubblici, tra cui biblioteche, musei, parchi pubblici, piazze.

I Comuni possono utilizzare i voucher WiFi4EU per acquistare e installare apparecchiature wi-fi, mentre i costi per il mantenimento della rete saranno a loro carico.

Avvicinare la connettività ai cittadini

Presentando il progetto la commissaria per la Società digitale Mariya Gabriel ha spiegato che “l’iniziativa WiFi4EU darà a migliaia di europei l’accesso gratuito a Internet e le comunità locali avranno la possibilità di avvicinare la connettività ai cittadini, permettendo loro di beneficiare pienamente delle infinite opportunità della digitalizzazione”.

Da parte sua, il vicepresidente dell’esecutivo Ue Andrus Ansip incoraggia il Dopo il roaming gratuito arriva anche il wi-fi gratuito: con WiFi4EU la Commissione europea lancia l’internet gratis nei Comuni dell’Unione.

Un’opportunità per i Comuni

Le città europee potranno contare fino al 2020 su un finanziamento di 120 milioni per installare hotspot che forniscano l’accesso a internet senza costi per i cittadini.

Come partecipare

Sul portale web WiFi4EU i comuni di tutta Europa potranno registrarsi per partecipare al primo bando per i progetti, aperto a metà maggio.

Cosa offre l’iniziativa

Questa prima scadenza offrirà l’opportunità a un primo lotto di 1.000 sul totale di 8.000 amministrazioni locali che beneficeranno di questo primo finanziamento, sulla base del “primo arrivato primo servito”.

Il programma offre “buoni” del valore di 15.000 euro per le municipalità per l’installazione di hotspot Wi-Fi in spazi pubblici, tra cui biblioteche, musei, parchi pubblici, piazze.

I Comuni possono utilizzare i voucher WiFi4EU per acquistare e installare apparecchiature wi-fi, mentre i costi per il mantenimento della rete saranno a loro carico.

Avvicinare la connettività ai cittadini

Presentando il progetto la commissaria per la Società digitale Mariya Gabriel ha spiegato che “l’iniziativa WiFi4EU darà a migliaia di europei l’accesso gratuito a Internet e le comunità locali avranno la possibilità di avvicinare la connettività ai cittadini, permettendo loro di beneficiare pienamente delle infinite opportunità della digitalizzazione”.

Da parte sua, il vicepresidente dell’esecutivo Ue Andrus Ansip incoraggia il Parlamento europeo e il Consiglio “a concludere i lavori sul codice delle telecomunicazioni, proposto per garantire la connettività ad alta velocità in tutta l’Unione, e questo comprende il coordinamento dello spettro a livello europeo e lo stimolare con forza gli investimenti nelle reti ad elevata capacità di cui l’Europa ha bisogno”.

Altri quattro bandi nei prossimi due anni

Tutti i Paesi partecipanti (Stati membri dell’Ue, Norvegia e Islanda) riceveranno almeno 15 buoni per 15 città, e nei prossimi due anni ci saranno altri quattro bandi.

La Commissione precisa che le reti finanziate da WiFi4EU saranno gratuite, prive di pubblicità e senza raccolta di dati personali.
Parlamento europeo e il Consiglio “a concludere i lavori sul codice delle telecomunicazioni, proposto per garantire la connettività ad alta velocità in tutta l’Unione, e questo comprende il coordinamento dello spettro a livello europeo e lo stimolare con forza gli investimenti nelle reti ad elevata capacità di cui l’Europa ha bisogno”.

Altri quattro bandi nei prossimi due anni

Tutti i Paesi partecipanti (Stati membri dell’Ue, Norvegia e Islanda) riceveranno almeno 15 buoni per 15 città, e nei prossimi due anni ci saranno altri quattro bandi.

La Commissione precisa che le reti finanziate da WiFi4EU saranno gratuite, prive di pubblicità e senza raccolta di dati personali.

Fonte, Lazioeuropa