Opportunità di finanziamenti per tutti gli istituti scolastici, prorogata la scadenza

L’Avviso è emanato nell’ambito dell’Asse I (Istruzione) del Programma Operativo Nazionale “Per la Scuola – Competenze e ambienti per l’apprendimento” e si pone come obiettivo primario quello di riequilibrare e compensare situazioni di svantaggio socio-economico, in zone particolarmente disagiate, nelle aree a rischio e in quelle periferiche, intervenendo in modo mirato per gruppi di alunni con difficoltà e bisogni specifici, ma anche coinvolgendo altri soggetti del territorio: enti pubblici e locali, associazioni, fondazioni, professionisti. Appare, pertanto, strategico che le scuole si aprano oltre i tempi classici della didattica agli alunni e alle loro famiglie, diventando spazio di comunità in aree di particolare disagio abitativo e con elevato tasso di dispersione scolastica.

INTERVENTI ATTIVABILI

L’avviso finanzia le sotto azioni e i moduli riconducibili all’azione 10.1.1 e riporta l’elenco dei moduli finanziabili:

  • Laboratori di potenziamento della lingua straniera
  • Iniziative per il contrasto alla violenza nei contesti scolastici, promozione della parità di genere e lotta alla discriminazione e al bullismo
  • Laboratori di innovazione didattica e digitale e uso consapevole della rete
  • Laboratori di musica strumentale; canto corale
  • Laboratori di arte; scrittura creativa; teatro
  • Laboratori creativi e artigianali per la valorizzazione delle vocazioni territoriali
  • Laboratori di educazione interculturale e ai diritti umani
  • Laboratori di educazione finanziaria e al risparmio
  • Laboratori di educazione alimentare
  • Modulo formativo per i genitori.

Il progetto è articolato in moduli (progetti formativi e didattici), ciascuno della durata minima di 30 ore ma che possono anche articolarsi in moduli di 60 o 100 ore da realizzare prevalentemente nei periodo di sospensione della didattica curricolare. Potrà essere richiesto massimo un modulo che preveda il coinvolgimento dei genitori su temi quali la partecipazione attiva nella scuola, la genitorialità, la responsabilizzazione verso l’istruzione dei propri figli e le pari opportunità.

ENTI AMMISSIBILI

Possono presentare un proposta progettuale le Istituzioni scolastiche ed educative statali delle seguenti Regioni: Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Molise, Piemonte, Puglia, Sardegna, Sicilia, Toscana, Umbria, Veneto.

RISORSE ECONOMICHE E MASSIMALI

Lo stanziamento è pari a 130 milioni di euro a valere sul Fondo Sociale Europeo. Ogni progetto avrà un costo complessivo di massimo € 40.000,00 per gli istituti fino a 1.000 alunni ed € 45.000,00 massimo per gli istituti con più di 1.000 alunni.

L’importo complessivo del progetto è dato dalla somma del valore finanziario dei singoli moduli, che viene elaborato sulla base di tabelle standard di costi unitari in funzione delle scelte relative ai diversi moduli progressivamente registrati a sistema. Le voci di costo ammissibili, che vengono calcolate in base ai limiti e ai massimali prestabiliti sono relative a:

  • attività formativa che comprende i costi relativi alle figure professionali previste (esperto, tutor);
  • attività di gestione, che comprende tutte le spese legate alla gestione delle attività formative (materiali didattici e di consumo, attrezzature, personale della scuola, pubblicità, etc);
  • costi aggiuntivi: mensa, una o più figure professionali per bisogni specifici.

MODALITÀ E TERMINI DI PRESENTAZIONE DELLE PROPOSTE PROGETTUALI

Le scuole che intendono partecipare all’Avviso sono tenute a predisporre il progetto secondo le fasi procedurali previste all’interno dell’apposita piattaforma del sistema informativo, che resterà aperta dalle ore 10.00 del 21 marzo 2018 alle ore 15.00 del 25 maggio 2018.

N.B. Terminata la fase di inserimento dei dati e di inoltro della proposta progettuale, la scuola deve trasmettere la candidatura firmata digitalmente sulla piattaforma finanziaria “Sistema informativo Fondi (SIF) 2020”, che resterà aperta dalle ore 10.00 del 10 maggio 2018 alle ore 15.00 del 16 maggio 2018.
In ragione della nuova scadenza del 25 maggio 2018 il termine ultimo per la trasmissione delle candidature firmate digitalmente è prorogato alle ore 15.00 del 31 maggio 2018.

Il testo integrale dell’Avviso, i documenti di riferimento, i Regolamenti Europei, il Programma Operativo e tutte le altre risorse (tutorial, piattaforme, circolari, FAQ, etc.) sono rese disponibili sulla pagina web in cui è pubblicato l’avviso della sezione dedicata ai fondi strutturali (PON) del sito del MIUR. 

 

Fonte, MIUR