Progetto “Help Network, tempo di bilanci

Si avvia alla conclusione il progetto “Help Network”, cofinanziato dalla Regione Lazio, primo tentativo di dare una risposta davvero efficace coordinata ed in rete, sul tema del contrasto alla povertà estrema. La referente del progetto, la Sig.ra Graziella Pazzano, si dice entusiasta dei risultati ottenuti. “Grazie alla rete sociale, alla divulgazione, agli Assessorati alle politiche Sociali dei Comuni partner di progetto e all’intervento di tutti i membri dell’ATS Volontari in Azioni, di cui IPF è ente capofila abbiamo intercettato tantissimi casi di bisogno estremo, famiglie mancanti del necessario per soddisfare tre pasti giornalieri, persone bisognose di vestiario, medicinali , persone sole, anziani , disabili e malate aventi bisogno di assistenza leggera a domicilio, persone con bisogno di supporto psicologico morale e spirituale . Grazie alle azioni coordinate molti cittadini che si trovano in condizioni di disagio economico e sociale hanno visto migliorare la propria condizione, recuperando fiducia nella società. Nelle attività non posso tralasciare il fiore all’occhiello dell’IPF ONLUS E FEDE IN AZIONE ovvero il recupero di eccedenze alimentari.

Grazie a “Help Network” siamo riusciti a responsabilizzare e sensibilizzare rispetto al passato, un maggior numero di persone sul tema del contrasto degli sprechi alimentari sull’importanza del loro recupero, promuovendone la distribuzione e l’utilizzo verso i nostri assistiti.

D’altro canto i nostri donatori sono incoraggiati a dare continuità alle cessioni in virtù dell’organizzazione messa a sistema per ritiro e distribuzione presso i centri ’ascolto Il livello di organizzazione raggiunto permette a IPF e FEDE IN AZIONE di ampliare nel futuro la promozione di tale attività anche a grosse catene di distributori e/o produttori.   Help Network rappresenta solo il primo passo al quale abbiamo già dato un seguito con la stipula di un Protocollo di intesa con la BioRistoro S.R.L. che ci permetterà di recuperare tutte le eccedenze di materie prime necessarie per il servizio di fornitura pasti svolto presso le mense scolastiche . Desideriamo creare una società sempre più inclusiva e partecipata che non lasci più indietro nessuno”.

Nel 2014 in Italia secondo le stime ISTAT circa 1 milione e 470 mila famiglie è in condizioni di povertà assoluta, definita sulla base della spesa minima necessaria per acquistare beni e servizi considerati essenziali. Ponendo il focus sulla Città Metropolitana di Roma Capitale del 2016 si stima che il 32% della popolazione sia nella fascia del cosiddetto “disagio reddituale” (contribuenti che dichiarano un reddito inferiore a 10mila euro annui). Dai dati raccolti emerge chiaramente come Albano sia in testa rispetto a diverse voci rispetto ai Comuni dello stesso distretto sanitario RM6 seguita da Ariccia. Proprio sulla base di questi dati allarmanti nasce il progetto “HELP NETWORK”, proposto da IPF ONLUS, uno dei membri della rete NDSAN (rete che nasce per il supporto a tutto tondo dei minori con DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO che annovera tra i partner di progetto Maendeleo for Children APS – Ciampino (RM) e FIA – Fede In Azione Soc Coop. Soc. – RM), un Sistema sostenibile di assistenza, attivo sul territorio della ASL RM6  finanziato dalla Regione Lazio nel 2016 e dedicato alla distribuzione di beni e servizi di prima necessità a favore di persone e famiglie in condizioni di povertà estrema. Le attività sono basate sul volontariato specializzato in collaborazione sinergica con i servizi sociali della Regione Lazio che, attraverso il sostegno sia materiale che sociale, punta al potenziamento dell’autonomia dei beneficiari e alla loro uscita dall’isolamento. Il progetto punta ad intervenire su un duplice piano, offrendo sostegno materiale, attraverso la fornitura di beni di prima necessità all’interno di un percorso focalizzato a distribuire oggetti e cibo di qualità riducendo gli sprechi di eccedenze alimentari. Allo stesso tempo il progetto fornisce sostegno sociale, attraverso un percorso pensato per far uscire i soggetti beneficiari dall’isolamento attraverso una serie di occasioni e di incontri pensati per potenziarne la socialità e l’inclusione. Gli altri partner di progetto ci sono la Parrocchia S. Maria Assunta in Cielo – Ariccia (RM), Confraternita di Misericordia – Albano Laziale-Ariccia (RM), Associazione Tuscolana Solidarieta`(RM) e la Chiesa Cristiana Evangelica Pentecostale – Ariccia (RM)

Tra le numerose iniziative messe in campo per contrastare disagio ed isolamento sociale troviamo:

ATTIVITA’ DI ASSISTENZA DOMICILIARE – PRONTO INTERVENTO A DOMICILIO

RECUPERO DI ECCEDENZE ALIMENTARI

RECUPERO E DISTRIBUZIONE VESTIARIO

ATTIVITA’ DEI  CENTRI D’ASCOLTO

TRASPORTO SOCIALE

DOCCE SOCIALI

SUPPORTO PSICOLOGICO

I centri d’ascolto attivi presso strutture istituzionali sono siti in

Ariccia – Via delle Cerquette, snc

Lunedi – martedì- mercoledì – giovedì- sabato  dalle 10:00 – 13:00

 

Cecchina  Albano – Via Rocca di Papa , 65

lunedì-martedì-venerdì dalle   10:00 –  13:00

giovedì dalle 16:00 – 18:00

 

Per tutte le informazioni sui progetti e l’associazione potete visitare il sito:

http://www.ipfonlus.eu/contattaci.asp