Operazione Tokyo 2020: missione compiuta!

Comincia a prendere forma il sogno paralimpico di Arianna e Selene: le due atlete con Sindrome di Down del nuoto sincronizzato del “Progetto Filippide” potranno partire insieme al resto dello staff verso Kyoto per i Parasyncronized Swimming Festival, in programma il 12 e 13 maggio prossimi, di fondamentale importanza in vista dei Giochi Paralimpici di Tokyo che si terranno nel 2020.

Si tratta di una trasferta importante anche dal punto di vista economico: grazie alla campagna di crowdfunding promossa online sulla piattaforma “Ogni Sport Oltre” della Fondazione Vodafone Italia e diffusa anche su centoventuno.it, è stato possibile finanziarla raggiungendo – e superando – il traguardo minimo prefissato di 6.000 euro.

Lo scorso 3 aprile (data in cui terminava la campagna) è stato infatti raggiunto anche il traguardo “extra” di 1.500 euro: ciò consentirà a tutta la squadra dell’associazione “Sport e Società – Progetto Filippide per l’autismo e le malattie rare” di vivere un’esperienza sportiva e umana unica, che potrebbe portare le due ragazze ad aggiudicarsi il “pass” per un’esibizione di nuoto sincronizzato alle Paralimpiadi di Tokyo 2020.

Per ora, a maggio gli occhi saranno tutti puntati su Kyoto: Arianna e Selene avranno bisogno del tifo di tutti gli appassionati così da conquistare il biglietto più importante per tornare nel 2020 in Giappone ed esibirsi alle Paralimpiadi.