Laboratorio “MUSICANDO”; F.I.A. abbatte le barriere della diversità con la musicoterapia innovativa

Il Progetto-laboratorio “Musicando” nasce dall’esperienza di FIA (http://www.fedeinazione.it/) e del suo centro operativo “Arti&Suoni” andando a sviluppare una innovativa applicazione della musicoterapia classica all’interno dell’ambiente scolastico in una chiave di inclusione sociale (valorizzazione delle diversità, superamento delle barriere fisiche e mentali), integrazione e benessere scolastico. Protagoniste dell’iniziativa saranno due classi della scuola primaria dell’istituto comprensivo di Marino centro che hanno entrambe al loro interno un bambino autistico e che ricadono nel distretto sanitario RM6 nel quale FIA già è attiva da anni.

 

L’intervento mira a diminuire il rischio di dispersione scolastica dei ragazzi con BES aumentando le loro potenzialità ed il rafforzamento cognitivo in una maturazione globale attraverso la relazione.

 

Attraverso un percorso musicoterapico inclusivo, il progetto intende incrementare le opportunità degli studenti di permanenza agli studi, la loro inclusione sociale, la progettazione di percorsi di crescita formativa e professionale di successo.

 

Un percorso che entra direttamente nella didattica in maniera attrattiva e partecipativa agevolando grazie ad una innovativa formula di soluzione artistica la maturazione individuale e di gruppo. Questo approccio innovativo costituirà anche per i docenti una importante occasione per incrementare la loro professionalità innalzando la qualità generale dell’offerta didattica.

 

I ragazzi con BES non vengono quindi più ghettizzati e confinati a svolgere attività specifiche per il loro problema/disturbo, ma inclusi in attività collettive che incrementano al tempo stesso la consapevolezza nei propri mezzi non solo del singolo ma di tutti i componenti della classe.

 

L’iniziativa vivrà di tre momenti specifici. La prima fase vedrà gli operatori scolastici acquisire tutte le tecniche propedeutiche allo sviluppo del progetto; questo sarà anche il momento della creazione del percorso con approccio musicoterapico, inclusivo e partecipato. Secondo e terzo step del progetto prevedranno l’implementazione del percorso ed il trasferimento finale dei risultati ottenuti nella didattica con la relativa valutazione.