Al via il progetto europeo “R.E.New.Al.”

È stato dato lo scorso 5 febbraio presso la Facoltà di Economia della “Sapienza” di Roma il “calcio d’inizio” al progetto “R.E.New.Al. Skills“, acronimo inglese di “Real Estate New Alternative Skills“. Il progetto, finanziato dal programma europeo “Erasmus Plus“, ha come capofila la Business School “Mands – Masterandskills” e vede partecipi 12 partner da tutta Europa, da Cipro fino alla Bulgaria, compresi 3 partner della rete internazionale NDSAN.

Il progetto nasce per ridefinire e promuovere un nuovo sistema di conoscenze e abilità nel settore del Real Estate, al fine di creare nuove figure qualificate secondo i parametri ESCO (Classificazione Europea di abilità, competenze, qualifiche e occupazioni) e per superare la vecchia concezione del “compro-costruisco-vendo”: durante il percorso progettuale infatti verranno integrati filoni diversi come l’Asset, il Property e il Facility Management con nuove concezioni quali la domotica, l’ecodesign e la sostenibilità energetica. Una piattaforma web verrà realizzata con lo scopo di stimolare un continuo processo di confronto e condivisione tra i partner del progetto.

Per capirne di più, Centoventuno.it ha intervistato la dott.ssa Cristina Menichelli, Co-Founder & Business School Director di “Mands – Masterandskills” – capofila del progetto R.E.New.Al. Skills:

Qual è il cambiamento culturale che si vuole apportare nel settore immobiliare con questo progetto?

La crisi economica globale durata oltre 10 anni, da cui stiamo lentamente uscendo, ha impattato fortemente in Europa sui diversi settori industriali e finanziari tra il quali il settore immobiliare.

Il settore immobiliare inteso nel vecchio concetto di acquistare e vendere è crollato con la crisi finanziaria stessa.

Ma tale crisi, seppur terribile dal punto di vista sociale, ha contribuito ad un ripensamento dei mercati che stanno spostando il loro asse verso la produzione di “valore” tangibile e intangibile che rafforza le imprese verso stakeholder e shareholder. Nello specifico, il settore immobiliare sta virando verso il concetto di “valore” in senso di riqualificazione, gestione, ottimizzazione degli spazi e del loro utilizzo; iI parco immobiliare di milioni di metri quadrati rimasti invenduti o – peggio ancora – andati in disuso a causa della crisi economica ha accelerato un processo di cambiamento culturale totale nel settore Real Estate: ciò permetterà di scambiare buone pratiche tra player di settore nei Paesi coinvolti, con l’obiettivo ambizioso di creare linee guida certificate per designare la nuova figura del real estate manager, in grado di rispondere ai needs del cambiamento culturale del settore. Si potrà affacciare sul mercato una fìgura professionale nuova, le cui skills tecniche e trasversali verranno individuate e trasformate tramite un corso pilota di ultima generazione che preparerà i 30 migliori candidati da posizionare sul nuovo mercato del lavoro Real Estate.

Come si è giunti ad immaginare questo nuovo profilo professionale?

Come fondatrice e direttrice della Business School “Masterandskills” abbiamo già testato questo master executive, già alla 4° edizione presso il Dipartimento Memotef – Sapienza Università di Roma (nostra sede didattica), con risultati eccellenti verso i big player del mercato, che hanno assorbito al 100% gli output in termini di competenze ottenute dai discenti.

Sia nel mercato internazionale che in quello domestico abbiamo ottenuto risultati eccellenti in termini di match tra needs e risultati.

L’Italia con Masterandskills capofila farà da driver verso quei partner dell’Europa meridionale ancora in fase nascente circa il cambiamento culturale del settore, per colmare il gap che esiste tra Paesi del Nord Europa e il Sud Europa.

Essendo un progetto pilota quale pensate potranno essere gli step successivi, propedeutici alla realizzazione di un programma di formazione che sia riconosciuto a livello europeo?

Certamente la certificazione ECVET è il passaporto europeo del corso e della figura professionale uscente, ma lo step successivo alla creazione del Forum Permanente, ultimo step del progetto R.E.New.Al., sarà quello di confrontarci con il settore a livello mondiale.