CASA INTERNAZIONALE DONNE, GRUPPO PD: CAMPIDOGLIO FACCIA SENTIRE SUA VOCE

                                                                  COMUNICATO STAMPA
“L’avviso di sfratto inviato per raccomandata alla Casa Internazionale delle Donne umilia la città di Roma e la storia delle donne del nostro Paese. La vicenda è ben nota al Campidoglio, perché il dialogo avviato con l’Amministrazione Marino dal 2013 per il riconoscimento del ruolo svolto dalla casa delle Donne e di parte del debito, era continuato anche con l’attuale Amministrazione. A nulla però valgono gli impegni presi in sedi istituzionali come le commissioni, se poi questa maggioranza non è in grado di far seguire atti concreti. Oggi l’unico dato concreto è la raccomandata che concede trenta giorni di tempo per pagare gli arretrati ed evitare lo sfratto. E’ bene che la Sindaca e l’assessora al Patrimonio dicano esattamente cosa vogliono fare per salvaguardare un’esperienza che appartiene alla memoria collettiva delle donne e offre ancora oggi servizi importanti, che nessuno può andar fiero di voler cancellare. E’ bene oggi conoscere la voce del Campidoglio e sapere se questa maggioranza intenda o meno continuare nel percorso di regolarizzazione, che era stato condiviso solo qualche mese fra tutte le elette in Aula Giulio Cesare. Per questo chiediamo la convocazione urgente di una nuova Commissione delle Elette in cui vengano a riferire Sindaca e assessori competenti”.
 
Così le consigliere capitoline del gruppo del Partito Democratico Michela Di Biase, Valeria Baglio, Ilaria Piccolo e Giulia Tempesta.