ATAC, BAGLIO-PICCOLO (PD): TRE NIDI AZIENDALI CHIUDONO NELL’INDIFFERENZA DEL CAMPIDOGLIO

“I Nidi aziendali di Atac chiudono nell’indifferenza del Campidoglio. Davanti a quello che rischia di essere il primo degli effetti di una pessima gestione del concordato, nessuna parola della maggioranza per tranquillizzare le famiglie dei piccoli utenti, che fino a luglio hanno usufruito del servizio dei tre Nidi aziendali di Atac. La società che li gestisce, la Esperia srl, è tra i creditori di Atac per circa 335mila euro e di fronte all’impossibilità di esigere il credito, davanti anche al mancato rinnovo del contratto da parte del Campidoglio e nel silenzio dei vertici dell’azienda, venerdì scorso ha comunicato ai genitori che i Nidi di Prenestina, Magliana e Tor Sapienza non riapriranno. Una decisione che arriva ad anno scolastico già avviato e che avrebbe dovuto impegnare già da tempo il Campidoglio a ricercare una soluzione. Eppure non si è presentato nessuno del Comune e dell’azienda all’Assemblea di venerdì, nonostante l’invito ufficiale. A pagare non possono essere le famiglie. Il Campidoglio deve intervenire in fretta e dare un’alternativa a tutte le persone che ora si ritrovano senza servizio: il 20% dei quali sono figli di lavoratori ATAC e l’80 per cento provengono dalle liste di attesa comunali. Una vicenda che rischia di far capire ai romani quanto e con quale cura questa maggioranza stia seguendo le fasi del concordato scelto dalla Sindaca per Atac e abbia coscienza delle conseguenze sociali che impattano sulla città”.
 
Così le consigliere del Partito Democratico Valeria Baglio e Ilaria Piccolo.