Colabello, Mun 14: Frongia si bea ma a settembre palestre chiuse in Municipio

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO;

” Ieri in Trasparenza ho portato il caso dei nostri centri sportivi municipali, caso che abbiamo cominciato a monitorare da prima dell’estate a causa dei ritardi sempre più gravi nelle procedure di assegnazione triennale delle palestre all’interno delle nostre scuole”.

A parlare Julian Colabello, Consigliere dem e Presidente della Commissione Trasparenza del Municipio 14. ” Quella che è emersa” racconta “è un’incredibile situazione dove la commissione che deve giudicare le oltre 40 domande pervenute dalle associazioni sportive non ha iniziato neppure a riunirsi perchè i membri sono ancora in “vacanza”. Proprio così, con una lettera portata in Commissione dall’Assessore municipale alla scuola Mancini, che ha condiviso la preoccupazione per l’aggravarsi della situazione, si evince che fino al 4 di settembre il membro del CONI della commissione è in vacanza quindi tutto fermo. Senza che siano fatte le assegnazioni” spiega Colabello ” ovviamente le attività dei centri sportivi nelle palestre delle nostre scuole non possono iniziare. Penso sia la prima volta che all’inizio della scuola i centri sportivi siano fermi. Purtroppo so che la situazione è grave anche in altri municipi, oltre al mancato servizio per i cittadini le stesse associazioni sono disperate, perdere un mese o più di attività è gravissimo per loro e sopratutto sono tutti nell’incertezza di conoscere se saranno di nuovo assegnatarie di una palestra o meno. Una situazione insostenibile per chiunque. Davanti a questa drammatica situazione quindi” conclude Colabello “è veramente incredibile leggere l’Assessore Comunale Frongia che ieri annuncia un nuovo “ufficio gare” in collaborazione con il CONI. Come minimo andava fatto prima, ormai la frittata è fatta. Invece di queste chiacchere e propaganda da prima Repubblica quello che molto più concretamente farò come Commissione Trasparenza sarà invece mandare con urgenza una richiesta per conoscere nel dettaglio il calendario dei lavori di valutazione delle richieste e quali tempi sono previsti per le pubblicazioni dei risultati. Il rischio è infatti che anche quando saranno tutti tornati dalle vacanze, bontà loro, si potrebbe continuare a perdere altro preziosissimo tempo mentre l’Assessore Comunale si trastulla annunciando uffici che sarebbero dovuti essere aperti, se mai saranno utili, per lo meno sei mesi fa.”