121 incontra il Comandante della Polizia Locale di Ciampino

Abbiamo il piacere di incontrare il Comandante della Polizia Locale di Ciampino, Dott. Antonelli.

 

​Comandante, in queste ultime settimane si sta parlando molto dell’introduzione di un nuovo dispositivo di ultima generazione su Via Appia Nuova, ci può spiegare il funzionamento del “VelocarRed&speed Evo Radar”, le differenze con il Targa System e le ragioni della sua introduzione?

Strumento di ultimissima generazione, prima installazione in Italia, è un dispositivo dotato esclusivamente di tecnologia laser in grado di leggere la targa ed, in tempo reale, collegarsi alle banche dati di polizia, al fine di segnalare immediatamente il transito di veicoli rubati, senza assicurazione, senza revisione o comunque presenti in una specifica black list gestite dalla Polizia Locale di Ciampino, e dalle altre forze di polizia eventualmente interessate.  Il “Velocar Red&Speed Evo Car” è in grado di effettuare gli stessi accertamenti che vengono già effettuati dal Comando di Polizia Locale di Ciampino, dal mese di agosto 2014, mediante i dispositivi Targa System oltre il rilievo della velocità dei veicoli in transito. Ad oggi sul territorio comunale sono già operativi 4 dispositivi Targa System fissi e 30 mobili a disposizione degli agenti, che hanno permesso una riduzione del transito di veicoli privi di assicurazione sul territorio dal 30% circa rilevato nel 2014 al 4% circa attuale, dopo tre anni di utilizzo. Entro la fine del 2017 i dispositivi Targa System fissi saranno 12 e permetteranno di “chiudere” tutti gli accessi al territorio comunale ai veicoli potenzialmente pericolosi per la sicurezza stradale.

 

Gli ultimi dati sui veicoli in circolazione sulle strade in Italia parlano di una vera e propria impennata del numero degli automobilisti che viaggiano senza assicurazione; grazie al nuovo dispositivo, come ci ha appena spiegato, sarà possibile scovare questi “furbetti” che commettono una grave infrazione che troppo spesso non viene percepita come tale. Anche sul territorio di Ciampino i suoi uomini stanno registrando un incremento di questo fenomeno? Secondo Lei dovrebbero essere prese misure più drastiche in termini di pene per questo reato e come si potrebbe arginare questo fenomeno dilagante?

Per ciò che riguarda il numero di veicoli che transitano senza assicurazione, in realtà a Ciampino la tendenza è esattamente contraria. Da quando, cioè, sono in funzione i dispositivi di controllo elettronici (ricordiamo che il Targa System è attivo dall’agosto 2014) si è passati da un transito di 30 veicoli su 100 privi di assicurazione a un transito (mese di aprile 2017) di 4 veicoli su 100. Certamente il motivo è da ascrivere unicamente alla densità dei controlli, e delle relative sanzioni inviate e sequestri effettuati. Per ciò che riguarda le pene, francamente credo che basterebbe intensificare i controlli su tutto il territorio nazionale ed attuare quelle già previste dal codice della strada, ovvero una sanzione di 848 euro oltre al sequestro ai fini della confisca dl veicolo con restituzione solo al pagamento della sanzione e attivazione di una copertura assicurativa, pena la perdita di possesso del veicolo stesso.

 

Molto spesso si parla di comportamenti errati da parte degli automobilisti dovuti alla mancanza di una “formazione” di base, a suo avviso questo tipo di cattive abitudini al volante potrebbero essere combattute incontrando i più giovani nelle scuole? La Polizia Locale di Ciampino ha in programma di implementare gli incontri con i giovani studenti della città?

Certamente si, come facciamo ormai in maniera costante da dieci anni. Siamo però convinti che a dover essere “educati” siano più gli adulti che i bambini, e mi riferisco a chi la patente di guida l’ha già conseguita. Per questo, ad esempio, da quest’anno abbiamo esteso gli incontri alle scuole guida del territorio, ed intendiamo estenderle ai genitori nelle scuole, dove i nostri agenti ogni mattina riscontrano le violazioni al codice della strada più pericolose, quali bambini trasportati senza cintura, in braccio a nonni o genitori posti sul sedile anteriore, a bordo di scooter con il casco slacciato, in tre sulle Smart, ecc. ecc.

 

Con la nascita della nuova Città Metropolitana di Roma Capitale sono previste delle novità anche dal punto di vista della razionalizzazione del controllo del territorio; in questo senso abbiamo dato risalto all’esperienza che stanno mettendo in atto le Polizie Locali di Nemi e Lanuvio, i primi Comuni ad adottare una nuova gestione “condivisa” dei propri vigili. Come giudica questo esperimento e come secondo Lei potrebbe essere migliorato?

Su questa domanda preferiamo rispondere a partire da sabato 27 maggio, in quanto saremo in grado di illustrare i risultati di una prima esperienza congiunta nel centro Italia (seconda dopo una esperienza analoga in Emilia Romagna) che vedrà diversi comandi di Polizia Locale di comuni limitrofi impegnati in un importante dispositivo di sicurezza congiunto, in orario serale e notturno, con diversi posti di blocco in tema di alta velocità, guida sotto l’effetto di alcol e droga, guida senza assicurazione e revisione.

 

Ultima domanda prima di lasciarla nuovamente al suo lavoro. Con l’arrivo della stagione estiva ormai alle porte sarà aumentato il pattugliamento delle strade con i consueti controlli “straordinari” durante le ore notturne? Si sente di dare un consiglio a tutti gli automobilisti che stanno leggendo in questo momento le sue parole?

Il consiglio, fin troppo ovvio, è quello di rispettare il Codice della Strada. Mi permetta, però, di rivolgere un particolare invito ai giovani e giovanissimi: controllate che guida il veicolo non abbia bevuto o, peggio, assunto droghe. E ricordate che chiamare un taxi o chiamare genitori o parenti per farsi venire a prendere all’uscita da un locale in orario notturno costa meno, costa meno, sia in termini economici che di conseguenze, che chiamare un avvocato o chiamare un genitore da un punto di Polizia, o peggio ancora da un ospedale. E per qualsiasi dubbio non esitate a contattare il nostro Comando all’indirizzo info@polizialocaleciampino.it perché un esperto è sempre disponibile a chiarire ogni dubbio.​

 

Grazie al Comandante della Polizia Locale di Ciampino dott. Antonelli.