A Rocca Priora si inaugura la prima biblioteca diffusa

Riceviamo e pubblichiamo:

Nella serata di Venerdì 26 Maggio è in programma l’inaugurazione della prima biblioteca diffusa a Rocca Priora, presso la piscina comunale, alle ore 18. Il Consorzio SBCR (Sistema Biblioteche Castelli Romani), in collaborazione con il Comune di Rocca Priora, si è fatto promotore del progetto “La biblioteca diffusa”, che tende ad allargare la presenza della biblioteca oltre i confini degli spazi dove tradizionalmente le biblioteche rendono il loro servizio.

Ringraziamo il Consorzio per l’attenzione mostrata verso Rocca Priora – spiega il Sindaco Damiano PucciSi tratta di un’iniziativa che amplia il servizio offerto dalla biblioteca comunale: diffondere cultura anche in luoghi sportivi significa condividere conoscenza, scambio e socialità”.

Questo viene reso possibile dalla disponibilità espressa da alcuni esercizi commerciali, aziende e associazioni culturali ad ospitare presso di sé sezioni di biblioteca ed ad operare come tali, in stretta collaborazione con la biblioteca del Comune dove operano.

Siamo veramente soddisfatti di aver avuto la possibilità di promuovere anche sul nostro territorio la buona pratica della “biblioteca diffusa” – dichiara il Consigliere Mariarita Mastrella – “È un’occasione esclusiva per coniugare all’interno di uno spazio unico come quello della nostra piscina comunale la passione per lo sport e per la lettura. Ringraziamo tutti coloro che ci hanno consentito di realizzare il progetto e ci rendiamo disponibili per replicare tale iniziativa individuando altri siti”.

In tale prospettiva la “biblioteca diffusa” rappresenta l’elemento di mediazione indispensabile, il segnale, la guida che conduce dentro i nuovi luoghi della conoscenza, dello scambio, della socialità.

Questo è il primo esperimento nel Nostro Comune di Biblioteca diffusa, un’ innovativa modalità di accesso al patrimonio librario introdotta dal Consorzio Bibliotecario che punta ad un modello di biblioteca periferico, diffuso sul territorio e alla portata di tutti i cittadini – conclude l’Assessore alle Politiche culturali, Federica LavalleDopo avere ottenuto proprio in questi giorni il titolo di “Città che Legge”, questo è un altro tassello che si aggiunge allo straordinario lavoro che questa Amministrazione sta portando avanti sulla cultura“.