Il colosso Amazon apre a Roma Nord

Passo Corese è un piccolo centro alle porte di Roma. Se lo cercate sulle carte, rischiate di non trovarlo perchè effettivamente “Passo Corese” non è nemmeno un paese: di fatto è una frazione del Comune di Fara Sabina, amena località sui colli omonimi, famosi per l’ottimo olio d’oliva e lo spopolamento che porta i giovani alla ricerca di lavoro ad emigrare verso Roma o più lontano.

Tuttavia a partire dal prossimo autunno a Passo Corese nulla sarà più come prima: infatti dopo ritardi, attese, paure e speranze verrà finalmente inaugurato il nuovo Centro di Distribuzione AMAZON, colosso del commercio on-line che non ha bisogno di presentazioni.

Quel che invece merita un’introduzione di tutto rispetto è la struttura che ospiterà i 1.200 dipendenti che l’azienda conta di assumere nei tre anni successivi all’apertura: 70mila metri quadrati con un investimento pianificato di 150 milioni di Euro, senza precedenti nella storia dell’intera provincia di Rieti (cui fa capo il comune di Fara Sabina), un imponente magazzino multipiano a pochi chilometri dal casello autostradale di Fiano Romano.

Il nuovo Centro di Distribuzione sorgerà a soli 30 km da Roma, consentendo ad Amazon di rispondere alla crescente domanda di beni di consumo venduti on-line proveniente dal Centro-Sud Italia.

Una scelta ragionata, quella della località sabina, nella quale tuttavia il caso ha giocato la sua parte: il luogo designato sarebbe stato Orte, ma il centro umbro non garantiva la possibilità di realizzare spazi adeguati alle esigenze dell’impresa.
Ancora fino a poco più di un anno fa sembrava che la scelta finale dovesse cadere su un’altra zona, stavolta più a Sud, nella provincia di Frosinone, ma poi l’ha spuntata il piccolo centro farense, che con neanche 15.000 abitanti vedrà arrivare nel proprio territorio un vero e proprio gigante dell’imprenditoria di nuova generazione.

Un bel risultato dal punto di vista occupazionale, ma anche una vittoria per tutti quelli che hanno spinto per l’arrivo di Amazon, a partire dal Dott. Andrea Ferroni, Presidente dell’ASI reatina, e dal giovane Sindaco di Fara Sabina Davide Basilicata.

Quest’ultimo, assieme al Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, ha partecipato all’evento che ha scandito l’ultimo Stato di Avanzamento dei Lavori in cui si è indicato il prossimo autunno come fine della fase preparatoria.
All’evento erano presenti il Vicepresidente “Operations Europe” di Amazon Roy Perticucci ed il “country manager” di Amazon Italia e Spagna Francois Nuyts.

L’impatto sul territorio, si spera, sarà molto positivo: i dipendenti Amazon hanno i salari più alti dell’intero comparto logistica, oltre ad una serie di benefits “all’americana” come assicurazione sanitaria ed assistenza medica privata, sconti sugli acquisti su Amazon.it e la copertura del 95% dei costi di formazione per i dipendenti che decidessero di migliorare la propria preparazione nell’ambito di un avanzamento di carriera.

Questo, nonostante le polemiche sugli orari di lavoro particolarmente duri e le accuse mosse da alcuni ex dipendenti all’azienda, lascia ben sperare sulle possibilità di sviluppo che Amazon potrebbe portare alla zona.