1° Gennaio 2017: la festa sui Ponti di Roma

Il 2016 sarà stato da poco messo alle porte quando a Roma si inizierà a festeggiare il nuovo anno con diverse iniziative musicali e ludiche per adulti e bambini.

Si comincerà alle 3.30 del 1 gennaio 2017: sul Ponte della Musica intitolato al Maestro Armando Trovajoli (che si trova tra il Lungotevere “Flaminio” e “Cadorna”) e presso il Ponte della Scienza, in zona Ostiense, saranno allestiti DJ set di musica dance ed elettronica per dare il ritmo al nuovo anno.

Dalle 4.30 su questi stessi luoghi si cambia musica, in tutti i sensi. Sul Ponte della Musica Raffaele Costantino e il pianista Giovanni Guidi daranno vita ad un concerto sperimentale di jazz elettronico. Al Ponte della Scienza invece i romani “nottambuli” potranno assistere ad un evento in cui musica e immagini si fondono, creato ad hoc per il primo dell’anno: si ispira allo spettacolo “Phantasmagorica” ed esce dalle menti creative dell’artista visiva MP5 e del musicista Teho Teardo.

Al termine ritorneranno su entrambi i ponti i DJ set che avevano aperto la manifestazione, per poi dare spazio alle 6.30 ai 100Cellos: un ensemble di giovani musicisti diretti dal maestro Enrico Melozzi che, suddivisi in due gruppi da 50 violoncelli ciascuno, si esibiranno sui due ponti in contemporanea.

La mattina del primo giorno dell’anno vedrà protagonisti le famiglie e i bambini. Sul Ponte della Musica alle 10 ci sarà “GiocaJazz” con giochi musicali ritmici e vocali e un’ora dopo ci sarà il concerto di musica gospel, soul e jazz del coro “James Hall & Worship & Praise”.

Sullo stesso ponte, alle 11.30, spazio alla JuniOrchestra, l’orchestra formata da bambini e ragazzi dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia: durante la loro esibizione verranno suonate musiche di

Christopher Cross, dei Coldplay, di Pharrell Williams e in seguito i fiati della JuniOrchestra (i Wind Ensemble) insieme alla Schola Cantorum suoneranno le composizioni di Lully e Händel.

Non solo musica ma anche attività di animazione e promozione della lettura, grazie alle Biblioteche di Roma: sul Ponte della Scienza si svolgerà (ad intervalli, alle ore 10.30 – 11.45 – 13.00) il laboratorio per bambini e ragazzi dai 3 agli 11 anni sul tema della matematica “Ora facciamo i conti!” a cura del Laboratorio d’arte di Palazzo delle Esposizioni – Azienda Speciale Palaexpo. Alle 11 e alle 12 la “Piccola Compagnia del Piero Gabrielli”, in collaborazione con il Teatro di Roma, si esibirà nello spettacolo “L’albero di Rodari, con la lettura di fiabe e filastrocche che Gianni Rodari ha dedicato al Natale, al Capodanno e all’Epifania.

Dalle 15 sul Ponte della Musica l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia propone di nuovo il concerto Note sul ponte con il Wind Ensemble, l’esibizione della Schola Cantorum, e alle 16.30 il concerto “Bach al tramonto”, in cui verrà suonata la Prima Suite per violoncello solo, opera del compositore tedesco.

Il Ponte della Scienza nel pomeriggio si aprirà alla danza: a partire dalle 15.30 aprirà una milonga per amanti del tango, che potranno ballare al ritmo delle musiche di Gardel, Piazzolla e Sosa. Dalle 16.30 alle 18.00 lo stesso spazio sarà dedicato allo swing con l’esibizione di Paola Ronci & The Hot Jambalaya.

Su Ponte Sant’Angelo dalle 15 risuoneranno canti tradizionali di Natale e hit dance degli anni ‘70 grazie agli ottoni della JuniOrchestra di Santa Cecilia che li reinterpreteranno insimee a “La Cantoria”, il “Chorus” e una Big Band.

Sempre sullo stesso ponte, dalle 15.30 alle 18.30 saranno le statue che ne corredano i lati ad entrare in scena: attraverso di esse alcuni amici delle Biblioteche di Roma (tra questi Erri De Luca e Corrado Augias) porteranno i loro auguri per il nuovo anno, che saranno recitati dagli attori del Teatro di Roma.

Dalle ore 16.30 alle ore 20 il Teatro dell’Opera di Roma proporrà il concerto “Libiamo ne’ lieti calici”, in cui verranno cantate le più conosciute arie d’opera dai giovani talenti di “Fabbrica” Young Artist Program della Fondazione Teatro dell’Opera di Roma, e il concerto della Youth Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma, composta da circa 35 elementi e diretta dal maestro Carlo Donadio, con musiche di Gioachino Rossini, Piotr I.Cajkovskij, Pietro Mascagni, Johann Strauss, Jacques Offenbach.

Nel tratto pedonale da Ponte Vittorio Emanuele a Ponte Garibaldi avranno luogo una serie di spettacoli pomeridiani dalle 15 alle ore 21: al concerto dell’Orchestra Popolare Italiana dell’Auditorium Parco della Musica di Roma diretta da Ambrogio Sparagna, che propone il repertorio tipico del periodo natalizio con una parata di zampogne, tamburelli e organetti, si alternerà, in collaborazione con la Fondazione Romaeuropa, la festa sonora della Scuola Popolare di Musica Di Testaccio che, con circa 100 artisti, sarà protagonista di un concerto itinerante che vedrà la partecipazione della Strabanda diretta da Paolo Montin, della Titubanda, della Banda Tradizionale della Scuola Popolare di Musica di Testaccio e altre band. Sempre nello stesso tratto, in collaborazione con il Teatro di Roma, saranno in azione gli artisti e acrobati A.D.A Performance, che trasformeranno le strade in palcoscenici a cielo aperto per una grande festa dedicata all’arte circense e di strada.

Tra le 19 e le 21 i ponti di Roma diventeranno palcoscenici teatrali: a Ponte Sisto Massimo Popolizio legge i “Sonetti della Pastasciutta” di Aldo Fabrizi, Ascanio Celestini recita “Storie e Controstorie” accompagnato dai Dreidel a Ponte Mazzini e a Ponte Duca d’Aosta  Lucrezia Lante della Rovere reciterà il monologo “Roma in dieci sequenze” composto per l’occasione da Valerio Magrelli.

Nel tratto pedonale da Ponte Sant’Angelo a Ponte Sisto, si svolgeranno dalle 18 alle 20.30 il concerto Chronicles dei Mokadelic e il concerto della violinista H.E.R, in collaborazione con il Teatro di Roma, e le straordinarie performance, tra teatro e nuovo circo, della compagnia Ondadurto teatro, in collaborazione con la Fondazione Romaeuropa.

La manifestazione dell’1° gennaio 2017 promossa dal Comune di Roma si concluderà alle 21.30 a Ponte Sant’Angelo con il concerto dell’Orchestra di Piazza Vittorio, l’ensemble multietnico diretto da Mario Tronco.