Prove di Città Metropolitana, Nemi E Lanuvio hanno un solo comando di Polizia Locale

 

 

Con l’approvazione da parte del Consiglio comunale di Lanuvio è stato ufficialmente certificato lo schema che per i prossimi cinque anni vedrà fondersi la Polizia Locale di Nemi con quella di Lanuvio. Un passo formale obbligato che certifica la voglia dei due Comuni di uniformarsi alle direttive che impone la nuova Città Metropolitana di Roma Capitale. “Abbiamo attuato quello che sarà il destino di tutti i Comuni dell’Area Metropolitana, non possiamo assumere personale e l’unica strada per avere gestioni virtuose è questa” ha dichiarato il vicesindaco di Lanuvio Maurizio Santoro. Certamente un primo importante passo per fornire le risposte che i cittadini chiedono, facendo rete, mettendo in comune i servizi. Il neo comandante della Polizia locale Gabriele Di Bella ha dichiarato: “Sono fiero di essere in un comune importante, e sono fiero di aver trovato persone professionalmente preparate nel Comando, con le quali è bastato fare un paio di riunioni per capire che il nostro ruolo non è dietro la scrivania ma sulla strada, e che i nostri compiti non cominciano alle 8 del mattino in una scuola ma alle 6:30 per il servizio sulla differenziata, in un progetto intersettoriale che riguarda tante strutture e tante figure”. Certamente un passaggio amministrativo forte, coraggioso, che testimonia quanto i sindaci di Nemi e Lanuvio abbiano una visione aperta alle opportunità che può offrire a tutte le Amministrazioni locali la Città Metropolitana di Roma Capitale.